Disturbi da dolore sessuale

DISPAREUNIA

Criteri diagnostici per Dispareunia

26 Disturbi da dolore sessuale A. Ricorrente o persistente dolore genitale associato al rapporto sessuale in un maschio o in una femmina.
B. L’anomalia causa notevole disagio o difficoltà interpersonali.
C L’anomalia non è causata esclusivamente da vaginismo o da mancanza di lubrificazione e non è meglio attribuibile ad un altro disturbo in Asse I (tranne un’altra disfunzione sessuale, inoltre non è dovuta esclusivamente agli effetti fisiologici diretti di una sostanza (es. una sostanza di abuso, un farmaco) o di una condizione medica generale.

Specificare il tipo:

  • Tipo Permanente
  • Tipo Acquisito

Specificare il tipo:

  • Tipo Generalizzato
  • Tipo Situazionale

Specificare se:

  • Dovuto a Fattori Psicologici
  • Dovuto a Fattori combinati

Le cause psicologiche nella donna sono solitamente legate ad uno stato ansioso rispetto alla relazione sessuale, che provoca alterazioni nella lubrificazione (scarsa) e nella contrazione maggiore del tono muscolare vaginale. Solitamente la terapia sessuologica prevede l’apprendimento di tecniche di rilassamento muscolare (compresi gli esercizi Kegel) e di gestione dell’ansia ma soprattutto una forma di “desensibilizzazione graduata” da eseguire da sole o in coppia al fine di rendere lentamente meno dolorosa la penetrazione. In generale gli sforzi terapeutici da parte del sessuologo, in collaborazione con il ginecologo devono essere rivolti principalmente al raggiungimento di 3 obiettivi fondamentali:

  1. Ridurre o controllare il dolore dato dal rapporto sessuale.
  2. Trattare cognitivamente ed emotivamente le conseguenze negative che l’esperienza dolorosa porta nella coppia e nel singolo.
  3. Ristabilire una sana intimità di coppia che porti ad avere una vita sessuale appagante e soddisfacente.

VAGINISMO

La manifestazione fondamentale del disturbo è la ricorrente o persistente contrazione involontaria dei muscoli perineali che circondano il terzo esterno della vagina quando si tenta la penetrazione vaginale con pene, dita, tamponi o speculum. In alcune donne perfino l’idea dell’introduzione in vagina può causare spasmo muscolare. Le risposte sessuali possono essere mantenute se la penetrazione non è tentata o prevista. Quando il disturbo si è instaurato, il decorso è di solito cronico se non vi sono miglioramenti a seguito di una terapia.

Criteri diagnostici per Vaginismo

A. Ricorrente o persistente spasmo involontario della muscolatura del terzo esterno della vagina che interferisce col rapporto sessuale.
B. L’anomalia causa notevole disagio o difficoltà interpersonali.
C. L’anomalia non è meglio attribuibile ad un altro disturbo in Asse I (es. Disturbo di Somatizzazione) e non è dovuta esclusivamente agli effetti fisiologici diretti di una condizione medica generale.

Specificare il tipo:

  • Tipo Permanente
  • Tipo Acquisito

Specificare il tipo:

  • Tipo Generalizzato
  • Tipo Situazionale

Specificare se:

  • Dovuto a Fattori Psicologici
  • Dovuto a Fattori combinati