Fellatio

16 Fellatio Prima di tutto guardateglielo per bene.
Non mi riferisco ad una rapida occhiata frettolosa, parlo proprio di un esame attento.
Prendetevi il tempo sufficiente e poi comunicate al vostro compagno che un certo tipo di trattamento è in serbo per lui, a condizione che egli vi consenta di fare con il suo cazzo esattamente ciò che voi desiderate.
Prendeteglielo in mano e studiatelo.
Lui probabilmente non riuscirà a rimanere rilassato. Pochi uomini, infatti, possono rimanere calmi quando è evidente che la loro compagna è lì ad adorare il loro pene.
Al primo sfioramento l’uccello del vostro partner diventerà duro, questo vi permetterà una prima importante osservazione.
L’uccello eretto infatti permetterà di osservare le parti importanti, quelle cioè sensibili alla stimolazione delle labbra e della lingua. La prima cosa che potete notare è se sia o meno circonciso.
Praticare un pompino ad un pene circonciso o ad uno che non lo è presenta, in un caso come nell’altro, vantaggi e svantaggi.
A questo punto prendetelo in mano e guardate l’asta del pene stesso. La parte in cima, di diametro leggermente più grande, è chiamata glande, il perimetro esterno del glande è la corona ed è proprio quest’ultima il punto più sensibile del pene. Quindi, è proprio in questa zona che dovete dirigere più spesso la vostra attenzione, questa piccola area è la più sensibile del corpo maschile e vi permetterà di portare il vostro partner al culmine semplicemente picchiettando delicatamente la punta della lingua direttamente su di essa.
È consigliabile quindi dedicare del tempo ad accarezzare il glande e le zone immediatamente circostanti.
Sotto il glande, come abbiamo detto, si trova l’asta del pene che non avendo molte terminazioni nervose non regala grandi sensazioni quando stimolata.
Per questo motivo mi stupisce la quantità di ragazze che crede che succhiare su e giù un uccello possa far godere il proprio partner; il motivo per cui funziona è perché il fondo della gola sta stimolando il suo glande.
Sotto il pene ci sono i testicoli i quali sono estremamente sensibili al dolore e solitamente non vengono considerati oggetto degno di alcuna stimolazione erotica particolare, al contrario invece, i testicoli sono in grado di far raggiungere all’uomo un alto grado di piacere, quindi date un po’ di attenzione anche alle palle!
Studiatelo il vostro partner, imparate a conoscere le sue aree sensibili e siate pronte ad applicare quanto avete appreso sul suo corpo utilizzando la lingua e la bocca.
Non vi è nulla che dimostri tanto chiaramente il vostro amore per lui come il culto per il suo uccello!
Diamo per scontato che abbiate avuto occasione di guardare il suo pene e abbiate esplorato ogni zona per trovare le parti più sensibili. A questo punto proseguiamo con dei piccoli consigli pratici:
Mentre il pene eretto punta verso il soffitto, tenete le palle in una mano e delicatamente, utilizzando solo la lingua, leccate dolcemente e con attenzione lungo tutta la parte inferiore del cazzo. Invece che succhiare banalmente, potrete imparare che in quelle aree gli darete molto più piacere se lo leccherete; a meno che non sia fatto di pietra, il vostro partner vi fornirà indizi vivaci sulle parti in cui prova più piacere.
Per la maggior parte degli uomini la zona più sensibile è, come già detto, la corona se continuerete a leccare questa zona sappiate che state preparando una sorta di geyser.
Se osservate bene quando l’uomo è vicino all'orgasmo noterete dei piccoli cambiamenti nel suo pene che saranno gli stessi ogni volta che starà per venire, quindi studiateli in modo da poter preparare correttamente il suo orgasmo.
Se prestate attenzione noterete che il glande aumenta leggermente di dimensioni e comincia a spingere in avanti, come se volesse predisporre l’intero suo corpo per l’atto finale. Nella maggior parte degli uomini subito prima di venire, vedremo uscire qualche goccia di liquido seminale dall’uccello.
Qual è la posizione migliore in cui potete mettervi per effettuare un perfetto pompino?

A causa della struttura del pene e per la forma della vostra bocca (labbra, lingua, denti), il livello più alto di soddisfazione e piacere glielo farete ottenere inginocchiandovi tra le sue gambe Provate comunque le varie posizioni finché non trovate quella a cui il vostro partner risponde meglio. Mettete in bocca il pene ma non stringete la bocca intorno all'asta. Con la testa iniziate un movimento circolare, in questo modo il pene proverà sensazioni diverse a seconda del punto della bocca che tocca. Fate però attenzione ai denti!
La posizione in ginocchio è l'ideale per la visuale del vostro partner che vedrà sia la vostra schiena che la vostra testa sul suo cazzo. Eseguite lo stesso movimento lentamente in entrambi i sensi, orario ed antiorario, badando a non trasformarlo in un gesto meccanico.
Ho trovato molti ragazzi di New York che sembrano preferire questa tecnica più di ogni cosa. Una volta, con uno di loro, continuai per non so quanto tempo con questo movimento, facendogli avere più di un orgasmo, veniva e non dava cenno di voler smettere.
Quando la tecnica è eseguita correttamente, si trasforma in un piacere infinito, credetemi.
Fate sedere il vostro partner davanti a voi e inginocchiatevi di fronte al suo pene ben eretto e con la lingua esplorate la parte inferiore delle sue palle, mentre le palle sono bagnate dalla lingua, leccate in un movimento verso l'alto tutto il pene fino in cima alla cappella. Con questa tecnica potete usare anche le mani e sarebbe auspicabile eseguirla più volte di seguito, come se leccaste un “leccalecca” o un cono gelato.
Questa del “leccalecca” è una tecnica davvero incredibile ed è probabilemente la più comune in tutto il mondo: pochi uomini possono tollerarla a lungo senza venire.
Prendete il suo pene in bocca facendo scivolare la lingua inumidita con amore sul glande, fino a quando la bocca si troverà gentilmente stretta attorno al fusto all’incirca sulla corona. Non basta aprire la bocca e chiuderla intorno al suo pene, se farete scorrere la lingua lui si divertirà molto di più. Stringete il cazzo con la mano e ricordate che l’asta è relativamente insensibile a qualsiasi tipo di stimolazione, la mano che stringe gli darà la sensazione di aver infilato il suo pene.
Ora potete provare a girare piano la testa da un lato all'altro assicurandovi che le labbra rimangano umide e a contatto con il glande, nel frattempo spostate delicatamente la mano su e giù per masturbarlo.
Mentre gode potrebbe voler spingere ulteriormente il cazzo nella vostra bocca. Come imparerete, perdete punti se durante il suo orgasmo ve lo infilate tutto in bocca, dovete invece succhiare delicatamente intorno alla corona appena è venuto, in modo che sia possibile intensificare il suo piacere aumentando la forza del suo orgasmo.
Appena acquisirete maggiore esperienza sarete in grado di dire esattamente quando si avvicina il suo orgasmo e sarete pronte per fare quel che vi ho detto.
Vi è un ulteriore perfezionamento della tecnica di base in grado di aumentare il piacere nell’uomo: se si preme delicatamente ma non troppo il pollice alla base del pene in modo tale da bloccare il canale attraverso il quale lo sperma è spinto fuori, lui non può eiaculare anche se è preso dagli spasmi di un orgasmo. Infatti l’eiaculazione e l’orgasmo sono per così dire fenomeni diversi che coincidono nel tempo. Quindi, succhiando il glande, siete in grado di rimandare la sua eiaculazione per lunghi momenti. Quando finalmente gli consentirete di venire, durerà molto più a lungo e l’orgasmo sarà altrettanto intenso.
Anche se il ritardo dell’eiaculazione è di pochi istanti resterete sorprese dall’intensità.
Queste tecniche sono la base di un pompino ed è meglio che non andiate oltre finché non sarete più esperte, non solo nelle tecniche stesse ma anche nella lettura e nell’interpretazione delle risposte del vostro partner.
Dovete sapere esattamente come funziona quello che state facendo, quando avrete raggiunto questo punto, sarete pronte per tecniche più sottili e più avanzate.
Scoprite quindi ciò che funziona per voi e per il vostro compagno e mettete la “firma” al vostro pompino. Dopo tutto non dimentichiamo che l’obiettivo è che il nostro uomo desideri solo i vostri pompini.
Una delle prime esperienze che avete quasi certamente vissuto quando avete iniziato a succhiare, è quella che in America chiamano gag reflex. La maggior parte degli uomini sembra voler forzare il pene fino in gola, in particolar modo appena vengono.
Se prendiamo in considerazione il fatto che la grandezza media della cavità orale è di 5/6 cm, mentre la lunghezza media di un pene caucasico è di 14/16 cm, sembra che le leggi della natura indichino che prendere un uccello intero in bocca sia impossibile.
Eppure si può fare. Probabilmente conoscete qualcuno in grado di farlo e questo è forse il motivo per cui state leggendo questo articolo. Se conoscete l’anatomia del vostro partner potrete cominciare a comprendere i requisiti che permettono di prenderlo in bocca facendo su e giù fino alla gola.
Il più grande ostacolo è che c’è una curva di quasi novanta gradi dietro la lingua, quindi la prima cosa da fare è ottenere che il cazzo passi l’angolo. Per ottenere questo bisogna mettersi in una posizione in cui è possibile piegare la testa in modo tale che la bocca e la gola vengano a trovarsi quasi in linea retta.
Ci sono molteplici posizioni ma indubbiamente quella migliore è sdraiarsi su un letto con la testa vicina al bordo piegata all’indietro. In questa posizione la bocca e la gola si troveranno quasi in linea e il vostro partner riuscirà a mettervelo in bocca in modo tale che persino le palle presseranno contro le vostre labbra.
Ci sono molte altre posizioni che permettono di fare questo, l’importante è cercare di ricordare di non piegare il mento verso il collo ma fare esattamente l’opposto.
Un’altra parte anatomica del vostro partner che non dovrebbe essere ignorata sono i “gioielli di famiglia”, dedicare loro attenzione può risvegliare nel vostro uomo emozioni insospettabili.
Molte donne non considerano le palle come primari oggetti sessuali, la maggior parte degli uomini è invece estremamente sensibile in questa zona del corpo.
Vi suggerisco di cominciare con il leccarle delicatamente, non appena il vostro partner sarà più rilassato potrete iniziare a giocare con le dita accarezzandogli il corpo e gradualmente aumentando o diminuendo l'intensità del movimento della vostra lingua a seconda della sua reazione.
Mentre vi dedicate ai suoi testicoli vi consiglio di massaggiare delicatamente il suo cazzo con la mano, ricordate che sono estremamente sensibili al dolore, quindi rispettate i limiti che lui definirà altrimenti perderà fiducia in voi. Una volta che la fiducia sarà costruita, potrete se volete prendergli le palle in bocca, è un gesto che eccita tantissimo gli uomini. Mi è capitato più volte di assistere a reazioni piacevolmente inaspettate semplicemente leccando le palle e poi infilandole in bocca, succhiandole; l'importante è giocare con la lingua e non risparmiare saliva.
Per la maggior parte delle lezioni le uniche cose necessarie siete voi il vostro partner e un preservativo ma utilizzare un “giocattolo”, come un mini-vibratore, può aiutare il vostro piacere.
La cosa migliore è cominciare con un dito cercando di capire quali sono prima di tutto, le zone più sensibili.
Non appena avrete preso un po’ di confidenza ed avrete ottenuto la fiducia del vostro partner, potrete iniziare una lenta ricerca intorno al sedere. Molti uomini sono particolarmente sensibili in questa zona e rafforzerete le sensazioni che la bocca e la lingua e la gola stanno dando al suo pene. Quando il vostro partner si rilasserà e vi permetterà di accedere, inserite delicatamente un dito nel suo culo. Lentamente esplorate le sensazioni vellutate lungo i lati della sua apertura.
Quando il dito sarà entrato, completamente, sarete più o meno alla prostata. Se massaggerete questa ghiandola col dito gli procurerete alcune delle più incantevoli sensazioni ed emozioni che abbia mai provato.
Un dito è veramente tutto ciò che serve tuttavia alcuni membri del Club dei Pompini d’America dicono che un mini-vibratore opera eccezionalmente bene per questo tipo di stimolo. Deve essere infilato per la lunghezza di un dito medio e con le vibrazioni produrrà alla prostata sollecitazioni ancora più potenti rispetto a rispetto a quelle del vostro dito.
Quando il vostro partner raggiungerà l’orgasmo tenderà naturalmente a spingere il dito o il vibratore fuori dal culo, i muscoli del culo saranno in tensione ma non siete costrette a far uscire il dito o il vibratore, anzi, per massimizzare il piacere del vostro partner non dovrete permettere che questo avvenga. Quindi tenete il dito o il vibratore fermamente dentro, questo contribuirà a stimolare la produzione di sperma al suo massimo.
Se volete ottenere in fretta una nuova erezione ci sono diverse tecniche che potete utilizzare.

Cercherò di darvi alcuni suggerimenti per farlo eccitare di nuovo dopo aver ottenuto l’orgasmo. Molti uomini (non tutti, ma una buona parte) sono spenti da un singolo orgasmo e ci sarebbe un lungo cammino da fare prima di raggiungerne un secondo.
Succhiare un uccello non è solitamente sufficiente per ottenere una nuova erezione, avrete bisogno di unire alcune delle tecniche di cui sopra con qualcos’altro. Per esempio, non esitate ad esplorare il corpo del vostro partner nella sua totalità: i capezzoli, le palle, il sedere, i lobi delle orecchie, il collo, l’ombelico, etc.
Se volete ottenere un secondo orgasmo siete libere di esplorare il suo corpo e tutte quelle aree erotiche senza bisogno di concentrarvi in modo ossessivo sul suo cazzo.
Ci sono momenti in cui si desidera che il partner venga in fretta, per far si che accada, dovete far scivolare la bocca intorno al glande, inumidite le labbra e dolcemente poggiatele sulla corona, non ci vuole grande abilità e funziona perché questa è l'area più sensibile del cazzo del vostro partner. Tutto ciò che dovete fare è trovare l’area più sensibile intorno alla zona coronale, succhiando in questa zona continuamente procurerete un rapido e potente orgasmo. Potete usare questa tecnica per riavere il cazzo nuovamente duro dopo l’eiaculazione, in modo da potervi divertire ancora.

Ricordate che:
1. I denti vanno lasciati a casa.
2. È inutile imitare le attrici dei film porno: un pompino non consiste nell’andare su e giù come se la vostra bocca fosse un pistone impazzito.
3. Non è una vergogna chiedere al partner cosa preferisce.
4. Appena avrete il cazzo in mano:
- Fate scorrete la pelle del prepuzio verso il basso e scappellatelo, quindi cominciate a leccare l’asta come fosse un gelato e mentre lo fate andate su e giù con la mano ritmicamente, arrivate alla cappella e baciatelo esattamente dove c’è il buchetto, fatelo delicatamente senza succhiarla perché il glande è molto sensibile e potrebbe dare fastidio.
- Usate moltissima saliva per lubrificare e stimolare.
- Tenete le labbra più strette possibile: dovete simulare una scopata, tenetelo a mente.
- Non limitatevi alla cappella e prendete lentamente tutta l’asta in bocca andando su e giù ma evitate di imitare Linda Lovelace in “Gola profonda” perché se non siete esperte rischiate di vomitargli addosso e non sarebbe carino.
- Lo scroto non è un’entità intoccabile e insensibile: al vostro lui piace molto essere toccato e leccato proprio lì.
- Se volete farlo uscire di testa sappiate che moltissimi amano farsi toccare la ghiandola prostatica (che si trova all’altezza del perineo) durante i rapporti orali.
5. Se per caso vi accorgete che sta per venire troppo presto potete sempre stringere forte (ma senza esagerare) appena sotto il glande usando pollice e indice per interrompere così l’afflusso di sangue e quindi l’orgasmo.
6. Quando sta per venire avete quattro opzioni:
a. Continuare con una semplice sega.
b. Farlo venire sulle tette.
c. Prendere tutto in bocca e poi sputarlo.
d. Ingoiarlo (lo sperma fa bene alla pelle ed è ricco di proteine, nel caso vi interessi saperlo).Naturalmente lui preferirebbe quest’ultima ipotesi ma se non ce la fate cercate di evitare la faccia schifata per non offendere la sua dignità di maschio. Una valida scelta può essere la “b” e vi assicuro che è molto eccitante.
7. I movimenti devono essere lenti ma non troppo e non frenetici.
8. Da provare il “69” per la par condicio.
9. Se siete proprio incapaci allora puntate sulla slot machine: tenetelo solo in bocca e lasciate che sia lui a guidare i movimenti della vostra testa, sappiate però che per lui è una pratica un po’ deludente.
10. Guardatelo dritto in faccia, a lui fa piacere vedere che proviate piacere a succhiarglielo.

Ecco il decalogo di Penny.
Ho delle riserve su alcuni punti come ad esempio la storia della lingua sulla punta del glande, credo però che dipenda molto dalla sensibilità del vostro partner. Perciò, l'unico consiglio è quello di ascoltare e capire cosa vi comunica il vostro partner. Vi assicuro che avete tutto il tempo che serve.