Adolescenza e sessualità maschile

22 Adolescenza e sessualità maschile È dimostrato che i ragazzi sono influenzati da alcuni stereotipi legati al ruolo maschile. Tra i più radicati il concetto che l’uomo “vero”, per essere tale, debba mostrarsi aggressivo e poco incline a mostrare le proprie emozioni. Da qui la convinzione che la sessualità debba anch’essa essere aggressiva, dirompente e predatrice.
Nei dialoghi con gli amici i maschi sono soliti raccontare le proprie avventure sessuali e sono reticenti ad esprimere i propri dubbi e le proprie incertezze; di base provano imbarazzo a confrontarsi con la propria sessualità.
L’adolescente di sesso maschile raramente cerca informazioni sul sesso, solitamente si arrangia da solo ascoltando i “sentito dire” e le storie degli amici.
Quello che più preoccupa un adolescente è l’appartenenza al gruppo; l’adolescente non vuole sentirsi diverso dagli altri, vuole sentirsi normale. Proprio per attestare la propria normalità le prime esperienze sessuali degli adolescenti maschi avvengono di norma con partner occasionali, solitamente donne più adulte e più esperte, qualche volta anche prostitute, le quali possono aiutarli a fugare paure riguardanti la loro inadeguatezza o incapacità.